Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Settembre, 2016

Afraid - The Neighbourhood

When I wake up I'm afraid, somebody else might take my place When I wake up I'm afraid, somebody else might take my place

Make that money, fake that bunny, ache my tummy On the fence, all the time Paint young honey, face so sunny, ain't that funny All my friends always lie to me I know they're thinking

You're too mean, I don't like you, fuck you anyway You make me wanna scream at the top of my lungs It hurts but I won't fight you You suck anyway You make me wanna die, right when I

When I wake up I'm afraid, somebody else might take my place When I wake up I'm afraid, somebody else might take my place When I wake up I'm afraid, somebody else might take my place When I wake up I'm afraid, somebody else might end up being me

Keep on dreaming, don't stop giving, fight those demons Sell your soul, not your whole self If they see you when you're sleeping, make them leave it And I can't even see if it's all there anymore so

You'…

Perle dai film - Proposta indecente

"David.. ti ho mai detto che ti amo? No. Ti amo.. Ancora? Sempre."








Penso che lo sbaglio che ho fatto a Las Vegas è credere che avrei potuto dimenticare. Pensavo che fossimo invincibili. Ma adesso so che quello che le persone che si amano si fanno, lo ricordano, e se restano insieme non è perché dimenticano, ma perché perdonano. Io avevo... avevo solo una paura matta che tu volessi lui. No avevo paura che fosse giusto che tu volessi lui. Lo credevo il migliore degli uomini. Adesso.. adesso so che non lo è. Ha solo più soldi.



Proposta indecente
Film drammatico


In questa scena:
Woody Harrelson (David Murphy)



Colonna sonora





Perle dai libri #99

Fermín alzò gli occhi, angosciato. «Ho pensato che stasera, dopo la chiusura, potremmo andare a cena insieme» iniziai. «Per parlare delle nostre cose. Della visita dell’altro giorno. E di quello che la preoccupa, che mi sa che ha a che farci.» Fermín lasciò sul tavolo il libro che stava spolverando. Mi guardò scoraggiato e sospirò. «Sono nei guai, Daniel» mormorò alla fine. «E non so come uscirne.» Gli appoggiai la mano sulla spalla. Sotto il camice, ciò che si avvertiva erano pelle e ossa. «Allora mi permetta di aiutarla. In due, queste cose si ridimensionano.» Mi guardò sperduto. «Sicuramente lei e io ce la siamo cavata in guai peggiori» insistetti. Sorrise con tristezza, poco convinto della mia diagnosi. «Lei è un buon amico, Daniel.» Nemmeno la metà di quanto lui meritasse, pensai.
Il prigioniero del cielo Carlos Ruiz Zafón




Giudizio: 😊💓

Perle dai libri #98

«Ha una brutta faccia» sentenziò. «Indigestione» replicai. «Di cosa?» «Di realtà.» «Mi venga dietro» tagliò corto. Avanzammo per un lungo corridoio ai cui fianchi velati di penombra si indovinavano affreschi e scalinate di marmo. Ci addentrammo nel palazzo e dopo un po’ s’intravide davanti a noi l’entrata a quella che pareva una grande sala. «Che cosa porta?» domandò Isaac. «I passi del cielo. Un romanzo.» «Bella stupidaggine di titolo. Magari è lei l’autore?» «Temo di sì.» Isaac sospirò, scuotendo la testa di nascosto. «E cos’altro ha scritto?» «La città dei maledetti, volumi dall’uno al ventisette, tra le altre cose.» Isaac si girò e sorrise, compiaciuto. «Ignatius B. Samson?» «Che riposi in pace e per servirla.» L’enigmatico guardiano si fermò e appoggiò la lampada su quella che sembrava una balaustra sospesa di fronte ad una grande volta. Sollevai lo sguardo e ammutolii. Un colossale labirinto di ponti, passaggi e scaffali zeppi di centinaia di migliaia di libri s’innalzava a for…

Diario delle vacanze 8 - Paestum, Salerno

Dopo una luuuunga pausa di riflessione (sono rimasta senza pc..tanto per cambiare. La sfiga mi perseguita U_U), Dillina rediviva! Sono come la Fenice che risorge dalle sue ceneri per cui non disperate, prima o poi torno.. sempre (lo so, lo so.. sembra una minaccia!  XD)
Non so voi, ma io ho passato un'estate piacevolissima e rigenerante. Quest'anno siamo stati a Salerno, nello specifico a Paestum, ospiti del villaggio Camping La Riva. In passato avevo sempre optato per appartamenti che fossero abbastanza vicini al mare. Qualche anno fa, a Caorle, l'appartamento si trovava all'interno di un parco, con accesso privato in spiaggia, ma non avevamo mai preso in considerazione il villaggio/camping. Ebbene.. è stata una vera rivelazione! Siamo stati più che benissimo.
Il nostro bungalow era piccolo ma confortevole. Consumare i pasti nella veranda era piacevolissimo soprattutto considerando che i bungalow sono opportunamente separati da aiuole alte, che assicurano una certa p…