sabato 19 maggio 2012

Pordenone Comics 2012




Io c'ero!
Ebbene sì.. c'ero e con immenso piacere. Domenica scorsa (Sì, pubblico con leggerissimo ritardo ma sono stra incansinata in questo periodo!), 13 maggio, si è tenuta la mostra fumetto alla fiera di Pordenone. Troppo vicina e troppo allettante per non parteciparvi!
Così, marito e pesti mi hanno scortata alla fiera e poi, rimasta 'sola', ho sbavato tra gli espositori di manga e gadget (Ho comprato un bel po' di numeri del mio preferito: Naruto), e a bordo palco, quando ho assistito al Cosplay!!
BELLISSIMO!! Con 118 iscritti, è stato un evento indimenticabile.
Magistralmente presentato da un Jocker spassosissimo, si sono alternati sul palco personaggi da anime, manga, videogames e persino personaggi di film fantasy!
Certo.. sono stata in piedi dalle 14 circa fino alle 18. In piedi e immobile con centinaia di appassionati come me a far casino! La mia schiena, dopo, ha gridato "pietà" ma, carissimi, ne è valsa decisamente la pena!

Pubblico un po' di foto (Non tutte mie perché, nonostante abbia scattato come una matta, non sono particolarmente dotata e portata per la fotografia e l'esposizione non era il massimo, avevo la luce di fronte!)


Lei è la vincitrice nella categoria personaggio femminile:

Alice Madness


Lui è il vincitore nella categoria personaggio maschile:


Gintoki Sakata (Gintama)



Gintoki Sakata (Gintama)



Loro sono stupendi!!


Goemon, Lupin III, Fujiko, Jigen




Quella nel mezzo è Rukia (Bleach). Le altre non le conosco. Ho visto anche Byakuya (Bleach) ed era PERFETTO, non solo per il vestito e gli accessori ma anche per il viso.. gli somigliava pure!! Però, ahimé, non ha sfilato (Anche Rukia non ha sfilato.) e non trovo una sua foto, peccato.

Rukia (Bleach)



Lui mi piace un casino! E somiglia anche al suo beniamino! (E ho fatto pure rima!! xD)

Hanamichi Sakugari (Slam Dunk)

Hanamichi Sakugari (Slam Dunk)



Kingdom Hearths



Great Sayaman (Dragon ball)


Barbie Luce di Stelle



Hellboy (L'altro non so chi sia!)


Hidan - Akatsuki (Naruto)



Hinata (Naruto) e Rikku (Final Fantasy)



Zack (Final Fantasy)




Shikamaru, Temari e Tayuya (Naruto)



Altri membri "Organizzazione Alba" da Naruto. *_* ..il primo è Itachi Uchiha il fratello del mio Sasuke. La seconda dovrebbe essere un lui, Hidan. Il centrale, nonostante le mie immense conoscenze del manga/anime.. non lo riconosco. Madara Uchiha e l'ultimo è Tobi.


Akatsuki (Naruto)


Kasume, Akane, Nabiki (Ranma 1/2)


Kuroro (HunterxHunter)


Miku Hatsune (Vocaloid)



Queen Millennia


Sanada Yukimura e Ishida Mitsunari (Sengoku Basara)




Questi sono soltanto alcuni dei tanti scatti che, se volete visionarli tutti, vi lascio il link della pagina Facebook.


Ho trascorso veramente un bellissimo pomeriggio. Mi mancava soltanto una cosa, una persona! La Cucciola! Se ci fosse stata anche lei.. ci saremmo divertite un casino, ne sono certa. E anche lei  avrebbe voluto esserci, infatti mi ha tartassata di sms ^^
Progetto già per Milano, lì sarà da paura! E conto di rapire la Cucciola!!! (Forse non dovrei dirlo, però.. ma vabbé.. la rapisco, la rapisco!!)
E se potessimo avere il tempo e la possibilità per prepararci, potremmo interpretare anche noi due personaggi... ma non vi dico quali.

Sono certa che lei ha capito! 




martedì 15 maggio 2012

Basta il pensiero..



...e quando è dolcissimo come quelli delle mie piccole pesti, allora è il regalo più bello che si possa desiderare!

Per la festa della mamma, quest'anno, ritratti e poesie.

Ecco come vede la sua mamma la Peste Grande:




Bella, vero? :)
E mi ha recitato una poesia bellissima.

Una parola speciale: MAMMA

Ho tanti giochi che mi danno divertimento:
Fare le capriole, soffiare le bolle al vento;
correre in libertà tra fili d'erba e margherite in fiore
creare su un foglio pasticci di splendente colore.

Arrampicarmi sulla scala della fantasia
dove tutto diventa vero per magia.
Ma il gioco più divertente che mi piace fare
è giocare con le tue smorfie che mi fanno sbellicare.

Sai farmi ridere con i tuoi cento visi,
mi illumini di gioia con i tuoi sorrisi.
Mi arrotolo alle tue parole
soprattutto quando mi abbracci e mi dici: Amore.

Per ringraziarti di amarmi così tanto
oggi che è la tua festa non ti do un bacio soltanto,
ma ti voglio dolcemente sussurrare
il nome più bello che i bambini hanno saputo inventare: mamma.


Davvero dolcissima e, con voce un po' incerta, il mio piccolino l'ha recitata tuuuuutta!



E veniamo alla Peste Piccola, altrimenti detto Russell Jr.!
Lui.. mi vede così:




La sua tenera poesia:

Fiori per te

E' un giorno speciale questo giorno di Maggio
E io, cara mamma, ti mando un messaggio.
Ho fatto un biglietto di rose e di viole
Per la mia mamma più bella del sole.
Ognuno dei fiori che il biglietto contiene
Serve per dirti che ti voglio tanto bene!


E l'ha recitata tutta, con qualche piccolo aiutino della sua mamma!
Inutile dire che sono i miei angeli ed io li adoro.

Grazie, piccoli miei.


mercoledì 9 maggio 2012

OPS!



...è la prima parola che ho detto ritrovandomi davanti il nuovo stile Blogger.
Ti allontani un momento e quando torni.. niente è più come lo avevi lasciato, come lo ricordavi.
Ti allontani un momento e quando torni.. hai inevitabilmente perso qualcosa.

Le mie bozze, tanto per citarne una.
Vallo a capire ora dove sono finite e come posso recuperarle! Ma ci arriverò, a forza di cliccare con logica prima e assolutamente a casaccio dopo.. mi ritroverò esattamente dove mi serve ritrovarmi, con la pagina delle mie bozze salvate, ovunque esse siano.
La perseveranza, sapete, in alcuni casi è la chiave di tutto. E quando vacilla quella, si può sempre contare su una provvidenziale botta di culo!
Ecco.. le ho trovate. Basta cliccare su "Dillina" accanto alla scritta "Posta".
No.. voi non cercate "Dillina", non lo troverete scritto nella vostra pagina di creazione nuovo post. Voi ci troverete il vostro nickname, ovviamente!
Già che c'ero, tra un click e l'altro ho finito con il rivoluzionare completamente il blog. E mi piace.

Bene. Primo problema risolto. Magari fosse così facile e veloce recuperare ogni cosa persa o apparentemente tale.
Magari si potesse recuperare ogni cosa persa.. poiché, ahimé, certe cose perse sono perse per sempre.
Basta pensare alla fiducia.
Quella, a parer mio, è la prima cosa che quando la perdi è estremamente difficile riacquistarla.
Sì, si concedono seconde opportunità ma la fiducia rimane un passo indietro e per rimettersi in pari deve ritrovare tutta la sua iniziale sicurezza.
Non è impossibile, non penso che sia impossibile, ma richiede impegno, tempo e attenzione.
E quando la fiducia vacilla allora basta un nonnulla per farci scattare sulla difensiva, per offuscare la capacità di giudizio, per mostrare situazioni e persone sotto una luce che, forse, non è propriamente veritiera quanto corrotta, appunto, dalla scarsa mancanza di fiducia.
La fiducia. Non tutti la concedono. Non tutti la accordano una seconda volta. Non tutti comprendono veramente l'importanza del fidarsi. E, quindi, si finisce per negarla a chi la merita, accordarla a chi la tradisce. Sminuirla,darla, riprendersela, perderla.


Sorella della fiducia è la stima.
Anche quella va trattata con le pinze poiché non conta quanto di buono si è fatto per guadagnarsi la stima di qualcuno, al primo passo falso non ne sei più degno. Come per la fiducia, quando qualcosa o qualcuno ci sta troppo a cuore per consentire alle delusione di prevaricare, si TENTA di riaccordarla ma, troppo spesso, è un buco nell'acqua. Una presa in giro per sé stessi, principalmente, prima ancora per colei o colui che si 'finge' di considerare ancora degna.
Sarà che il dolore è più persistente del piacere. Il dolore lascia il segno, come tutte le sensazioni negative. Cicatrici esterne ed interne che impiegano tempo per rimarginarsi e che, comunque, anche quando pare di aver superato, quei segni sono sempre lì, indelebili. E quando ci si posa sopra lo sguardo.. ci pare di sentire ancora male.
Il piacere si può ricordare, il dolore non si dimentica.
Ed è probabilmente per questo che le sensazioni e i sentimenti negativi sono quelli più duraturi. Quelli i cui eventi scatenanti rimangono fissi nella memoria, impressi ben bene e no, non li scordi più. Li releghi in un angolino ma dimenticarsene.. non c'è verso.

Purtroppo, nel corso della nostra esistenza, tante cose vanno perdute e non ce modo di ritrovarle. E nel migliore (Che poi "migliore".. è da vedere!) dei casi quando le ritrovi non tornano più tale e quali a prima di perderle. Anche questo temo sia abbastanza inevitabile quanto deludente. Le esperienze ci cambiano, un pochetto pochetto per volta, ma ci cambiano. Cambiano il nostro modo di rapportarsi con gli altri, quello di affrontare le svariate situazioni.
Se infiliamo la mano in un cassetto, ipotizzandone il contenuto, fidandoci di quanto il cassetto lascia soltanto intravedere, scegliamo di correre un rischio. Può andare bene ma può anche andare male ed una lama tagliarci un dito perché siamo state troppo incaute e fiduciose.

Farà male, molto male, ma... la prossima volta ci ricorderemo di guardare con più attenzione prima di infilare la mano.
Semmai, in quel cassetto, la infileremo ancora..